PER TE

PER LA CASA

PER L'AZIENDA

PUNTI VENDITA

EXTRA

CONTATTI

dizionario_palini


ACCOPPIATO - tessuto double con un ordito supplementare di legatura che permette di dividere il tessuto nelle due parti che lo formano.

ACETATO - tessuto di vario aspetto, generalmente lucido e fresco ma sovente opaco e smerigliato composto di una fibra artificiale derivata dalla cellulosa trattata con acido acetico.

ALCANTARA - “non tessuto” dall’aspetto scamosciato, ottenuto con microfibre di poliestere.

BATISTA - dal nome del tessitore di Cambray, tessuto molto fine e leggero anticamente eseguito in lino, oggi realizzato prevalentemente con cotoni fini. Adatto ai fazzoletti.

BOUCLÉ - tessuto formato da filati bouclé ossia composti da tanti anellini; ha una mano morbida ricca e spugnosa; esiste anche nella versione strappata che ha la finitura a pelo data da un'operazione di garzatura; i bouclé con anellino molto piccolo generano un tessuto chiamato anche FRISÉ.

BOURETTE - tessuto opaco prodotto con i cascami della seta o con filati bottonati.

BROCCATO - tessuto lavorato a telaio Jacquard che presenta fantasie in rilievo sul diritto anche con fili contrastanti dal fondo sia per colore che per composizione o titolo (spesso laminati); sul rovescio sono visibili tutti i fili impiegati. É definito BROCCATO MATELASSÈ un tessuto doppio che per i suoi rilievi, sembra imbottito.

CACHEMIRE - tessuto di lana molto leggero e morbido eseguito con armatura taffetà.

CADY - tessuto di lana o seta molto elegante e cascante che si presenta crespo al diritto e raso al rovescio; in commercio troviamo anche la versione opaca.

CALICOT - dalla città indiana di Calicut, tela di cotone.

CANGIANTE - tessuto che visto sotto diverse angolature cambia colore diventando quasi iridescente: questo effetto si ottiene grazie alla diversità di colore e di torsione dei fili di ordito con quelli di trama.

CANNELÉ - tessuto di seta caratterizzato da grosse coste trasversali e uniformi.

CANVAS - grossa tela fatta di filati ad alta torsione, molto resistente usata per strofinacci, oppure tela rada ma molto stabile usata come fondo da ricamo.

CHIFFON - da chiffe (cencio o straccio),è un tessuto leggerissimo a velo trasparente in armatura tela con filati fortemente ritorti, di seta o sintetici, è soffice ma resistente, dalla leggera crespatura orizzontale.

CHINÉ - tessuto stampato in seta nel quale i motivi appaiono volutamente confusi e a contorni frastagliati. La stampa viene applicata non sulla stoffa, bensì sulla catena, per cui i motivi e i colori si riproducono solo sui fili di ordito.

CHINTZ - dall’indiano “macchiato”, tessuto di cotone o misto dai colori vivaci o stampato, in armatura tela o raso a superficie lucida, ottenuta con forte calandratura e anche con prodotti siliconici.

CRÊPE (o CRESPO) - il termine è di derivazione francese e significa increspato, questo effetto corrugato e grinzoso può essere ottenuto per mezzo di filati a fortissima torsione inseriti sia in ordito che in trama oppure realizzato per goffratura. Il termine crêpe generico si usa per il tessuto in seta o lana. I tessuti crêpe più in uso hanno diversi nomi a seconda del titolo e della torsione dei filati: GEORGETTE (il più leggero), DI CINA (classico), MAROCCHINO (con trame molto grosse, il più pesante).

CRINOLINA - tessuto rado, simile alla garza comune, trattato con appretti che lo rendono rigido, usato per imbottiture, rinforzi, sottovesti; oggi più comunemente realizzato in fibre sintetiche (nylon).

DAMASCO - dalla città omonima, tessuto in tinta unita, confezionato su telaio Jacquard prodotto con filati a torsione e a titolo diversi nell'ordito e nella trama in modo da ottenere dei disegni lucidi su fondo opaco e viceversa.

DAMASCATO - differisce dal damasco perchè la fantasia è data oltre che dal lucido/opaco anche dall'impiego di fili multicolori o da effetti stampa.

DEGRADÉ - caratterizzato dall'effetto di colore sfumato che degrada verso un bordo, da toni scuri a accesi sino a chiarissimi; si può dire anche sfumato.

DEVORÉ - tessuto fabbricato con almeno due tipi di filato di cui uno, durante la tintura o stampa, viene sciolto (divorato), in modo da ottenere trasparenze.

DOUBLE-FACE - pesante tessuto costituito da tre elementi, due orditi e una trama (double-face di ordito), oppure due trame e un ordito (double-face di trama). Presenta al diritto e al rovescio una netta differenza di aspetto.

DUCHESSA - detto anche raso-duchessa, è un raso piuttosto pesante e lucente usato per abiti da sposa o da sera.

FAGLIA (o FAILLE) - è un tipo di taffetas di seta o sintetico che si presenta però più rigido, abbastanza sostenuto, riconoscibile per rilievi e costine in trama.

FIAMMATO - tessuto con inserimento in trama di filati fiammati.

FINTA PELLE - imitazione di pelle lucida, opaca o scamosciata, ottenuta con vari metodi applicando pellicole poliuretaniche o poliviniliche a tessuti, tnt o maglia.

FLOCK - superficie tessile con applicazione elettrostatica ed incollaggio di fibre in genere di viscosa fini e cortissime, che danno al tessuto l’aspetto scamosciato.

FOULARD - tessuto leggero, morbido al tatto, eseguito in armatura taffetà o raso, composto in ordito da seta greggia. Viene tinto in pezza e stampato. Serve per fazzoletti da collo, sciarpe e cravatte.

GARZA - tessuto dall'intreccio solitamente molto aperto e trasparente, ma comunque stabile.

GARZA INGLESE - tessuto caratteristico per la trasparenza dovuto alla disposizione sinuosa assunta dai fili di ordito. La densità del tessuto di garza è normalmente molto bassa e il tessuto è un vero e proprio traforato.

GOBELIN - dalla famiglia Gobelin (Parigi 1450), tessuto fabbricato con la tecnica dell’arazzo, tessuto con molti orditi e tre serie di trame.

GOFFRATO - tessuto di varia composizione caratterizzato dalla superficie stropicciata o da fittissime increspature ottenute con la calandra a rilievo.

GROGRÉ (o GROS GRAIN) - tessuto con costine incrociate ad armatura tela serrata con trame grosse, ruvido al tatto.

JACQUARD - tessuto il cui intreccio è vario e non si può ripodurre con semplici "licci", ma necessita di una particolare macchina a telaio che gestisce un numero altissimo di fili per poter scambiare moltissime tinte diverse nello stesso tessuto.

LAMPASSO - tessuto operato a grandi effetti con uno o più orditi e con più trame che oltre al fondo formano vari effetti colorati con le trame in armatura o con briglie slegate.

MADRAS - dall’omonima città, tessuto leggerissimo di cotone in tela con effetti coloratissimi per ordito e trama con tendenza a far prevalere la nota di trama.

MESSICANA - tessuto con strisce operate supplementari, alternate a rigature di tessuto semplice (broccato).

MICROFIBRA - è un tessuto a fibra sintetica (generalmente poliestere), la sua composizione a retinatura molto stretta la rende particolarmente resistente e flessibile, ma anche lavabilie ma a a scarsa permeabilità.

MIKADO - tessuto di seta di notevole spessore a rilievi diagonali, presenta un lato più lucido dell'altro.

MOIRÉ (o MAREZZATO) - marezzato, tessuto in seta e/o fibre sintetiche, dai riflessi a onde, striature o venature ottenuto mediante una speciale calandratura (pressatura del tessuto con cilindri metallici che appiattiscono alcuni fili del tessuto e lasciano intatti gli altri), per cui si hanno riflessi di luce diversi.

MUSSOLA - tessuto fine, leggero e trasparente, generalmente fabbricato in cotone di ottima qualità in armatura tela.

OPERATO - tessuto i cui disegni sono stati ottenuti mediante l'effetto dell'intreccio e del colore dei fili o anche solo per effetto della diversità di torsione.

ORGANZA - da Urghenz (Turchestan), tela fine e trasparente in seta grezza finissima.

ORGANZINO - tessuto di seta fabbricato con filato organzino, ossia dalle migliori fibre continue dipanate dal bozzolo e quindi ritorte a due, tre e più capi; l'aspetto è rigido e trasparente.

OTTOMAN - tessuto pettinato, di peso medio a struttura serrata su armatura tela con coste orizzontali di vario spessore e nettamente marcate.

PAILETTATO - tessuto di qualsiasi natura con cucite o applicate delle pailettes o dei dischetti lucidi.

PANAMA (o NATTÉ) - tessuto pettinato o cardato, a due o più fili pari sia nell'ordito che nella trama quindi dall'intreccio evidente.

PERCALLE - da Pargali in Persia, teleria finissima di cotone a capo unico pettinato.

PIQUET - dal francese, tessuto a due orditi e più trame che eseguono un tessuto tubico con effetti trapuntati esaltati da trame molto soffici e grosse, generalmente in cotone

PIZZO - tessuto fantasia di diverse consistenze che in base alla struttura si divide in:

  • RETE: composto da uno strato di rete o tulle interrotto da motivi decorativi a punti pieni.
  • MACRAM: molto pesante a motovi pieni collegati tra loro con barrette di fili e grosse costolature (spesso sono ricamati su un fondo che poi si elimina per ritaglio).
  • SANGALLO: tela di cotone impreziosita da disegni con ricami traforati e ricami pieni a rilievo.
  • RASCHEL o MECCANICO: confezionato in maglia a catena con base tulle o rete, imita i pizzi fatti a mano e appare più grossolano.
  • TOMBOLO: ottenuto intrecciando da 4 a 400 fili avvolti su fusi (bobine di legno) e secondo un disegno formato da splilli infilati su un tombolo. Noti pizzi al tombolo sono: Pizzi di Bruxcelles, Pizzi Chantilly, Pizzi di Fiandra, Pizzi Valencienne.

PLISSÉ - tessuto trattato per assumere un aspetto a piegoline regolari, viene ricoperto di resina nei punti richiesti dal disegno e trattato con soda caustica che facendo raggrinzire le zone libere del tessuto lascia immutate le zone resinate.

RASO - tessuto di cotone o seta, fabbricato su armatura raso, dall'aspetto lucido, brillante, morbido al tatto, a superficie unita e liscia finita a satin con il rovescio più opaco.

RASATELLO - tessuto in raso o cinzato.

RETE - tessuto a costruzione aperta in armatura tela ottenuto annodando o interlacciando filati tra loro in modo da formare motivi geometrici come quadrati, esagoni ecc.

RICAMATO - tessuto di qualsiasi composizione che presenta effetti di rilievo dovuti a ricami in tinta o a contrasto.

SABLÉ (o SABBIATO) - il termine si usa per tessuti con una armatura ad aspetto granuloso ma uniforme, cioè privo di tendenze a rigature in ogni direzione, presenta puntinature più lucide, detto anche crêpe sablé, si dice anche di tessuti con puntinature lucide (piquet sablé).

SATIN - tessuto simile al raso realizzato con la medesima armatura.

SHANTUNG - da Shandong (Cina), tessuto di seta ad armatura tela, con i filati fiammati i quali in alcuni tratti non sono stati sottoposti a torsione così la suerficie del tessuto appare con costoline irregolari, il termine viene usato impropriamente anche per i fiammati di altre fibre.

SPUGNA - tessuto ottenuto con telai particolari detti telai per spugna.Si ottiene utilizzando due orditi e una trama. Il primo ordito detto di fondo costituisce l'ossatura del tessuto, il secondo chiamato di effetto o di riccio forma la superficie ad anelli. L'ordito di fondo viene lavorato ad una tensione maggiore di quella di riccio, che accoppiato all'uso di filati (generalmente di cotone) a torsione soffice conferisce al tessuto la capacità di trattenere molta acqua.

STRETCH - tessuto elasticizzato, perciò estensibile e allungabile.

TAFFETAS - tessuto di seta di aspetto semi rigido, croccante, compatto, battuto fittamente in armatura tela spesso caricato per conferirgli maggior corposità.

TRAFORATO - tessuto intagliato e in pochi punti rifinito a punto pieno.

TULLE - dalla cittadina francese, eseguito in seta, nylon o cotone finissimo, è una rete molto fine, leggerissima, solitamente apprettata, caratterizzata da fori esagonali.

TWILL - tessuto classico di seta eseguito a telaio con filati greggi quindi tinto in pezza e stampato e caratterizzato da una fine costa diagonale.

VELLUTO - dal latino vellus, vello. È un tipo di tessuto che presenta sulla faccia del dritto un fitto pelo (velluto unito) o una serie di anelli (velluto riccio).

VOILE - velo di seta (ma anche di cotone, lino o sintetico), leggerissimo.